Escursioni
nelle valli
Chisone e Germanasca
descrizione:
Se si parte dal parcheggio di Gran Faetto attraversare il piccolo villaggio e imboccare il sentiero RR1 che dopo aver incrociato per due volte la sterrata porta alla borgata Albournu.
Dietro le case riprendere il segnavia 1 oppure seguire un tratto di sentiero verso il Selleries e alla prima deviazione prendere a destra, arrivando così a Prato del Colle 1724 m.

(raggiungibile anche con la sterrata dal Gran Faetto con un’auto 4x4 o alta risparmiando 1 ora).

Imboccare il sentiero 341 che con un lungo traverso e sfruttando alcune facili ma esposte cenge porta nella parte centrale del vallone di Rouen. Seguendo gli ometti e sbiadite tacche si risalgono prima pendii ripidi intervallati da piccoli pianori e poi un bel canale erboso arrivando così al circo sommitale chiuso dal m. Rocciavrè.
Risalendo verso destra un ripido pendio detritico si incrocia il sentiero 366 che arriva dal Selleries poco sotto il colletto Robinet.
Da qui puntare verso la evidente depressione del colle del Robinet m.2635 che si raggiunge con un tratto in forte ascesa  e alcuni tornanti, ore 3:00.
Il colle, posto tra le due vette del  Rocciavrè e del Robinet, comunica con la val Sangone con il sentiero 415 che scende al Rifugio Balma.
Per il m. Rocciavrè: dal colle si prosegue verso sinistra tenendo la cresta fino a giungere la cima, ore 0:30
Per il m. Robinet: dal colle si prosegue verso destra  giungendo facilmente in cima dove è posta la piccola chiesetta dedicata alla Madonna degli Angeli con un piccolo bivacco d’emergenza, ore 0:15.



Colle del Robinet m 2635
per il vallone di Rouen

Partenza      : Gran Faetto m 1270    - dislivello  : m  1365 - ore 4:00
Partenza      : Prato del Colle m 1724 - dislivello  : m   911 - ore 3:00

difficoltà      : EE
esposizione: Sud-Ovest

punti appoggio: Bivacco al Robinet
cellulare : vodafone : 60%
   
C.A.I. sezione VAL GERMANASCA - POMARETTO (TO), via Carlo Alberto 34 - C.F.  85004390010 - P.IVA  06544390013
Design by Ercoleda - 2015