Escursioni
nelle valli
Chisone e Germanasca
Gran Truc m 2366
dal Colle Lazzarà e monte Gardetta

Partenza   : Laz Arà m 1590
vetta       :  m  2366
dislivello   :  m  1090
lunghezza :  km 14,30
tempo     :  ore  5:00
difficoltà:  E
esposizione : Nord-Est
cellulare:wind 100% vodaf. e tim 50%  




 
accesso:
Da Pinerolo prendere la Provinciale 23 del Colle del Sestriere. Dopo i tunnel passate la 1a rotonda e alla 2a rotonda svoltate a sinistra attraversando ponte sul torrente Chisone che ci permette di raggiungere l'abitato di San Germano Chisone. Alla prima curva svoltare a Dx e seguire le indicazioni per Pramollo. Dopo circa 15 km da San Germano si raggiunge il colle del Lazzarà dove è possibile lasciare la macchina su alcune piazzole a fianco della strada. Gli ultimi 2 km sono sterrati ma con fondo discreto.
Se si preferisce si può  parcheggiare a Ruata, m 1126, nella piazzetta dopo la chiesa, per raggiungere Las Arà occorre circa 1h30.

descrizione:
Poco prima del colle parte il sentiero 306 -Gran Truc (segnavia) che ci porta a percorrere l' erbosa costa Las Arà. Raggiunta la quota di circa 1705 m il sentiero 306 prosegue per il monte Gardetta ed Lago Lauson. Proseguiiamo diritto sul sentiero che diventa il 305. Subito dopo si trascura un'altro bivio, a Sx, che scende verso il pilone Gardetta e successivamente a Ruata.
Si prosegue sempre sul filo di cresta incontrando ancora a Sx la deviazione per Fontana Friera e Las Otta (ottimo panorama) e si raggiunge Piano Friera 1912 m. Riguadagnando il crinale e il sentiero 305 che si era lasciato per l'interessante deviazione si continua con moderata pendenza che si fa assai ripida dopo l'ncontro con il sentiero proveniente dal colle della Vaccera a m 1905. Circa 150 m dopo a Dx parte il sentiero 305A che porta sulla strada della Cialancia poco prima del Lago Louson. Sempre seguendo la cresta si raggiungere l’anticima del Gran Truc. Ci aspetta ancora uno sforzo di 15 minuti per toccare il punto culminante m 2366 dove troviamo una croce di ferro e un ripetitore.

Volendo si può proseguire per il Colle Infernet ed il passo omonimo per raggiungere il monte Freidour dopo circa 3 km. sempre su cresta e tracce di sentiero.

Per il ritorno è possibile, allungando un po', scegliere un percorso diverso facendo un anello che passa dal monte Gardetta:
dal colle Infernet scendere per il sentiero 206 che porta al lago Lauson (fontana). Proseguire circa 500 m per la sterrata aperta alle auto
(bella strada militare che risale tutto il vallone di Faetto e prosegue oltre il lago fino ai laghi della Cialancia, questo tratto è chiuso alle auto)
Sulla dx incontrerete il S/203A (sale sul sentiero di cresta  prima di Piano Friera) e il 203 che passa dal monte Gardetta diventa 306 e riporta sul sentiero di Laz Arà.



C.A.I. sezione VAL GERMANASCA - POMARETTO (TO), via Carlo Alberto 34 - C.F.  85004390010 - P.IVA  06544390013
Design by Ercoleda - 2015