Escursioni
nelle valli
Chisone e Germanasca
Rocca Nalais
da Serre la Croce m 986 (Perosa Argentina)

Dislivello: m 741
Tempo di salita: 3 ore c.ca
Tempo di discesa: 2 ore c.ca
Difficoltà: E. Un tratto EE

accesso:
Giunti a Perosa Argentina proseguite fino alla grande piazza che
incontrate sulla dx e prendete la strada che la attraversa
tutta (Direzione Ciampiano,Bressi,Sagna ecc). La strada sale tra
i prati e  dalla curva dopo un ponte, vicino a un pilone votivo parte una stradina in terra
battuta direzione Sagna che sva seguita per circa 2 km ignorando le varie deviazioni per
le borgate. Seperata l'ultima borgata, Serre la Croce ,la strada termina in un ampio
piazzale dove una sbarra impedisce il transito alle auto.

La domenica poichè la piazza è occupata dal mercato non è possibile
attraversarla, perciò proseguire fino al termine delle case del paese (sulla destra una casa rossa).
A destra) una biforcazione: con indicato a sinistra Chialme,Prageria...ecc, e a destra Campo Sportivo, è questa la nostra direzione.
Ai due  bivi successivi lasciate a dx le diramazioni, al termine della breve salita incrocerete una strada, svoltare a dx e subito a sx in salita
e proseguite attraverso la pineta fino all’incrocio con la strada che proviene dalla piazza del mercato di Perosa (strada da utilizzare quando non c’è il mercato).
A questo bivio non andare nè a dx nè a sx ma prendete la sterrata di fronte a voi indicazione Sagna, Bressi e seguirla fino al suo termine al Bric m 986 dove parcheggiare nella piazzola dove iniziano due piste  forestali chiuse al transito.

Raggiunto il Bric dove la strada e chiusa da due sbarre si prende la pista forestale che sale sulla destra e raggiunge una casa isolata, con orologio esterno tipo campanile, nei pressi di una sorgente e poi una presa di acquedotto dove termina la pista.
In questo punto partono due sentieri: quello in piano va ad incontrare il sentiero per Bocciarda e quello a Dx sale ala Rocca Nalais. Si incontra sull Dx il sentiero per il Bric Bleciè.
Seguendo la cresta della costa Baissa si sale con regolarità e su pietroni si giunge alla base del versante sud della Rocca Nalais.
Il sentiero piega a destra e traversando per un tratto invaso dai noccioli si porta nel punto in cui una freccia rossa appena visibile, dipinta su una roccia a terra, segnala che occorre abbandonare la traccia che prosegue per quella che s’inoltra sul versante orientale dell’ammasso roccioso.
Poco evidente, ma sempre segnato, una traccia risale rapida il pendio verso destra, rasentando una “balma” sotto un roccione, raggiunge delle rocce dove facendo inversione si prende a salire in direzione opposta. Continuando si percorre una ripida e ampia cengia che consente di raggiungere quasi la sommità del rilievo. Con un ultimo breve tratto si guadagna infine la cima della Rocca Nalais, mt. 1727 dove la vista s’apre ampissima sui monti e sulle valli. Circa 3 h.
Ritorno per la stessa via.

Variante.
Tornando alla base della rocca occorre abbandonare la traccia percorsa in salita per scendere tra la boscaglia il pendio fino a raggiungere la mulattiera che sale alle vecchie miniere poco prima che questo attraversi il rio.
Questo è l’unico tratto un tantino impegnativo del percorso. Occorre individuare come scendere cercando di passare il più possibile sulle pietraie perché facilmente percorribili e libere dai fastidiosissimi noccioli che infestano il pendio.
Seguendo la mulattiera in discesa ci si immette nella pista forestale che abbiamo visto all’inizio del percorso.

2 ore c.ca dalla Rocca Nalais.
monti, valichi  
e altre meraviglie
Tutti i
sentieri

C.A.I. sezione VAL GERMANASCA - POMARETTO (TO), via Carlo Alberto 34 - C.F.  85004390010 - P.IVA  06544390013
Design by Ercoleda - 2015

Grandi Itinerari
Collaborazioni
e informazioni