Percorsi Nazionali
GTA- SI
C.A.I. sezione VAL GERMANASCA - POMARETTO (TO), via Carlo Alberto 34 - C.F.  85004390010 - P.IVA  06544390013
Design by Ercoleda - 2015

Escursioni
nelle valli
Chisone e Germanasca
01.1P Da S.Germano- B.ta Fornasa
      (rotonda dopo il bacino di Villar)
       a  Poggio Pini e Tuno Griotto

Località di partenza: rotonda di Fornasa m 497
Disivello: m 890
Sviluppo A/R : m 8160
Tempo A/R : 5 ore
Difficoltà: E


Con un primo tratto saliamo di circa 100 m per raggiungere la dorsale e poi seguendola si continua a salire fino ad alcune case abbandonate poste al limitare dei prati. Siamo giunti a (Prà Pounsun) Pra Pons m.775, un’ampia radura circondata da betulle e faggi. In fondo al prato è la vecchia “Casa degli Alpini”, e in alto a destra, la fontana con vasca e l’indicazione per salire al (Séo di Pin), il Poggio Pini e alla costa di Laz Arà.

A Prà Pounsun arrivano piste dall'Inverso e da San Germano che trascuriamo per prendere il sentiero, segnato con tacche di diversi colori, che affronta con ripida salita la dorsale e incrociando
la pista forestale la seguiamo oppure scegliamo il sentiero, più faticoso, che la taglia in più punti.
La lunga e faticosa ascesa termina quando si raggiungono delle successive indicazione nei pressi della pista (circa 860m) che scende verso S. Germano.
Si prosegue quindi sul sentiero che sale lungamente sulla dorsale che immette nel vallone di Pramollo per poi proseguire sempre nella pineta fino a dove il sentiero spiana e a dx una traccia scende verso le borgate da dove passeremo al ritorno. Proseguiamo in piano per circa 350 m e poco prima di cambiare il crinale la traccia sali ripida al Bric di Pini dove troviamo una bacheca divelta e il panorama ostacolato dai pini. (ore 2:30)
Il tracciato è utilizzato anche per corse verticali, 715 m di dislivello in 2,33 km.
Una bella traccia in piano nella pineta ci porta al
colletto Sea, una piccola area attrezzata con una casa( Casa Sea
Seguendo le indicazione prendere a sinistra il sentiro che risale la costa e poi subito a Dx in piano.
Dopo 300 m in piano si raggiunge un poggio, più aperto e più panoramico del Poggio Pini, dove la vista s’apre ampissima su Villar Perosa.
Di fronte al poggio, salendo a Sx sulle roccie della parete per un 20 m, seguendo la traccia che poi volge a Sx su una cengia protetta da un cavo giallo, facendo attenzione perchè il piede non è sicuro e la caduta  avrebbe gravi conseguenze, inchinandoci per passare sotto uno spuntone arriviamo
a Tuno Griotto m 1283 (interessante cavità naturale profonda circa 10 m, con due "camere").
Ritorno:
Ritornati al colletto proseguiamo brevemente verso poggio Pini, ma dopo pochi minuti prendiamo a Dx la traccia che scende a case Pini (palo senza indicazioni).
Scendiamo rapidamente fino alle case Peui da Mont circa 100 m più in basso. Di qui un lungo traverso ci riporta ad incrociare il percorso di salita.
Seguendolo in discesa, passando da Prà Pounsun, ritorniamo alle auto.