Escursioni
nelle valli
Chisone e Germanasca
descrizione:

Per salire a piedi a Pralamar lasciare l'auto in uno slargo prima della B.ta Albarea.
Proseguire oltre la borgata sempre seguento la strada.
Oltre i prati di Colletto m 1014 la traccia aggira il costone e si addentra nella Comba della Rivoira. Si sale all’inizio moderatamente, poi ci si alza con alcune svolte raggiungendo il punto in cui si lascia lo stradello, m 1200 c.ca sul quale più avanti si ritornerà, per prendere il sentiero sulla Dx segnalato per Pralamar – Cucetto.
Affrontando un ripido tratto che permette di guadagnare rapidamente quota con numerose svolte nella fitta faggeta. La lunga e faticosa ascesa termina quando si raggiunge di nuovo il crinale nei pressi dei prati che precedono l'alpeggio di Pralamar mt. 1429, raggiunto anche dalla strada che abbiamo abbandonato.
1 ora e 30 minuti circa da Albarea.

Nota: L'alpeggio di Pralamar è raggiungibile in 4x4 dalla strada Rivoira-Albarea un paio di km dopo la deviazione per Serre Marchetto.


Dall'alpeggio si prende un brutto stradello sale ripido al colletto passando vicino ad una fontana.
Qui giunti in breve si è in vetta al monte
Cucetto m 1692 contraddistinto da una piccola croce e da alcune indicazioni poste sul versante est che precipita sulle borgate di Serremoretto, nel vallone del Gran Dubbione.
1:00 da Pralamar.

Ci si porta ora sul lato opposto, seguendo il crinale, subito passando a fianco di una casetta di servizio al trasmettitore, per poi passare non lontano dal “pannello” di un ripetitore, visibile dal fondovalle
consente di individuare la zona da molto lontano. Si procede in salita sulla dorsale  e con un tratto tra grosse pietre si raggiunge la croce posta sulla
Punta della Merla (m 1906 2:30).
45 minuti da Cucetto.

Per raggiungere la cima della Punta dell'Aquila m 2119 non resta che proseguire seguendo da prima altre indicazioni e poi una modesta traccia, segnata da numerosi ometti, che percorre la lunga dorsale ( foto sopra) sino ad un colletto che si affaccia sul val Sangone immettendosi sul sentiero 412 che a Sx porta al Colle della Meina e poi al Monte Bocciarda, a Dx  seguendo la cresta ci porta alla Punta dell'Aquila m 2119 e proseguendo alla cappella della
Madonna della pace m 2067 (bivacco).
Notevole la vista sui monti circostanti e sulla valle.
1:15  dalla Merla.






Monte Cucetto      m 1692
Punta della Merla m 1906
Punta dell’Aquila  m 2119


partenza   : Pralamar m 1430  (coordinate 44 58.355, 007 13.863)

dislivello   : M.te Cucetto m 270- P.ta Merla + m   215 - P.ta Aquila + m    215
tempo       :                 ore 1:00                 +ore 0:45  -              + ore  1:00
difficoltà   :  E
esposizione: Sud


   
Percorrendo la superstrada della val Chisone, raggiunta la rotonda con blocchi
di pietra dritti, " le pere drite" si esce per Pinasca.
All’incrocio si svolta a sinistra e si attraversa il paese di Pinasca e si prosegue verso Perosa. Giunti a Castelnuovo prendere a destra la strada con l’indicazione Rivoira-Marotera-Albarea.
Fino ad oltre Marotera la strada è asfaltata poi diventa sterrata ma percorribile fino all'alpeggio di Pralamar dove potete parcheggiare.


C.A.I. sezione VAL GERMANASCA - POMARETTO (TO), via Carlo Alberto 34 - C.F.  85004390010 - P.IVA  06544390013
Design by Ercoleda - 2015