Escursioni
nelle valli
Chisone e Germanasca
02.5C Colle dell' Assietta m 2472
     dal Gran Puy m 1830  
(coord.  45 01.732 , 006 56.742)

Dislivello  :  660 m
lunghezza:  6600 m
difficoltà  :  E

accesso
Attraversato il centro di Pragelato, subito dopo l'indicazione della Frazione Rivets
si prende la strada segnalata che porta alla frazione di Gran Puy dove si lascia l'auto.
La strada è stretta e sale rapidamente.


Da Grand Puy m.1830,frazione di Pragelato, ci si  inoltra nell ’abitato e nella piazzetta vicino alla chiesa una segnaletica indica il sentiero 372 per il colle dell’Assietta.
Una bandiera con la croce occitana gialla in campo rosso ricorda che siamo in una valle dove si parla la lingua d’oc. Uno stemma con il giglio e due delfini ricorda che l’alta val Chisone ha fatto parte prima del Delfinato e poi del Regno di Francia (1349-1713).

Fuori dal paese la stradina diventa sterrata, lasciando a sinistra il sentiero indicato “per le ciaspole” passiamo un ponte. La stradina sale in un ampio prato prosegue con salita regolare.
La stradina supera diversi ruscelli  e lascia a sinistra il sentiero, per il Col Lauson.
Attraversando i pascoli sulle pendici dell’Assietta raggiunge
l’Alpe Rocce m.2158 (fontana).
Dopo l’alpeggio la pista diventa un sentiero che  sale e scavalca il costone, poi prosegue a mezza costa inoltrandosi nella valle che scende dalla Testa di Mottas
Dopo un ruscello il sentiero si perde, nella zona al confine del Parco Naturale Gran Bosco di Salbertrand. Salendo qualche decina di metri su prato si  sbuca in un’ampia conca verde ove si seguiranno  le tracce che  si dirigono verso la visibile
Alpe Assietta (m.2270) ,
Arrivati all’Alpe compaiono i segnali rossi e bianchi della GTA che arrivano dalla località Cerogne e ci guidano su sentiero al Colle dell’Assietta (m.2472).
Siamo ora sulla Strada Militare dell’Assietta, che corre sul panoramico crinale tra la Val Chisone e la Val di Susa. Una delle più belle stade militari in cresta, da percorrere almeno una volta.

A destra si'ncontra il forte del Gran Serin.
A  sinistra s’ incontra in successione  la
Testa dell’Assietta (m.2567),
Qui un monumento ricorda la battaglia del 1747 quando gli austro-piemontesi fermarono i soldati franco-spagnoli invasori che miravano a ricongiungersi con altre forze per dare battaglia campale in pianura.
Poi il Rifugio Casa Assietta con il laghetto e la
Testa del Mottas (m.2547) dove sono state scavate postazioni militari, e poi  il Monte Gran Costa, su cui sorgono le rovine di un forte e arriviamo al Col Lauson a quota 2491.

monti, valichi  
e altre meraviglie
Tutti i
sentieri

C.A.I. sezione VAL GERMANASCA - POMARETTO (TO), via Carlo Alberto 34 - C.F.  85004390010 - P.IVA  06544390013
Design by Ercoleda - 2015

Grandi Itinerari
Collaborazioni
e informazioni