Escursioni
nelle valli
Chisone e Germanasca
C.A.I. sezione VAL GERMANASCA - POMARETTO (TO), via Carlo Alberto 34 - C.F.  85004390010 - P.IVA  06544390013
Design by Ercoleda - 2015

02.5D   Colle Costa Piana
        dal Gran Puy    
(coord.  45 01.732 , 006 56.742)


Dislivello   :  m 670
Lunghezza: m 10700
Difficoltà    :   E

accesso
Attraversato il centro di Pragelato, subito dopo l'indicazione della Frazione Rivets  si prende la strada segnalata che porta alla frazione di Gran Puy dove si lascia l'auto.
La strada è stretta e sale rapidamente.
Dal Grand Puy m.1830,frazione di Pragelato, si  attraversa l’abitato e vicino alla chiesa una segnaletica indica a sinistra il sentiero 327.
Dopo circa 700 si incrocia la pista forestare (a destra prosegue per l'alpe Rocce) che seguiamo prima in piano e poi im moderata salita
fino
all'Alpe Giarasson m 2125.
Al successivo bivio prendiamo a sinistra (a destra in 45' raggiungete il colle Blegier).
Quasi in piano attreversiamo due rii e poi il sentiero comincia a salire in modo più sostenuto verso il Colle Costa Piana m 2320.

Dal colle seguendo la traccia che percorre il crinale si può raggiungere il monte Genevris m 2533. Sul lato sinistro salendo si incontrano due bunker che meritano essere visitati.
Poi, senza particolari difficoltà si sale in vetta al monte con i
l faro degli alpini, con a margine un altare e una struttura metallica. Volendolo ci si può portare ancora alla vicina cima innominata quotata mt. 2545 dove troviamo una croce con due bracci e una targa con una poesia

Ritornati al colle riprendiamo il sentiero fatto salendo e lo seguiamo fino al bivio a quota 2190 dove lo lasciamo per prendere a destra il sentiero 326 che ci porterà al Rif.
Scesi di 200 m inontriamo la pista forestale che seiremo in discesa fino a quota 1880.
Quì la pista prosegue per Allevè ma noi prendiamo il sentiro a sinistra verso i ruderi della borgata Rif m 1803.   Attraversato il Rio Pomerol risaliamo l'altro versante fino ad incrociare la pista che già abbiamo attraversato salendo. Possiamo seguirla fino al punto dove l'avevamo attrversata ma è meglio prendere il sentiero di fronte a noi che in piano ci riporta alla partenza.