Escursioni
nelle valli
Chisone e Germanasca
C.A.I. sezione VAL GERMANASCA - POMARETTO (TO), via Carlo Alberto 34 - C.F.  85004390010 - P.IVA  06544390013
Design by Ercoleda - 2015

01.3C Becco dell’Aquila m 2809

partenza: Serre di Bourcet m 1723 (44 59.525 , 007 06.045)

dislivello : m 1086
difficoltà :     EE
tempo     :   3h30 solo salita
esposizione: Nord-Est

Si tratta di un percorso senza sentiero certo che richiede buona conoscenza e
capacità di muoversi in montagna.    

descrizione:

Saliti in auto a Bourcet con la strada che inizia poco prima di Villaretto,
superare la Borgata di Chasteiran e salire ancora fino a Serre dove parcheggiate.

Dalla borgata la sterrata prosegue per l'alpe Chaulieres. A fianco della casa più in alto parte il sentiero (tante tracce delle mucche) che risale il crestone fino a raggiungere un bel pianoro, il Gran Col m.1986 dove si incrocia il sentiero che sale dall'alpe Souliet. Rimontare il crestone del Clot delle Pertiche nel mezzo per tracce sempre più evidenti (no segni di vernice) che convergono verso un ben definito sentiero. Mantenere sempre la larga cresta e pervenire ad un cocuzzolo con un grande tumulo (omettone) di pietre a m. 2260 circa. Da qui la cresta, finora sempre comoda  si restringe nettamente.
Seguirla su un sentiero ripido pochi metri sotto a sx fino dove essa s'impenna (saltini di rocce). Il sentiero di sx compie a questo punto un lungo traverso e poi con frequenti zig-zag su terreno alquanto ripido raggiunge di nuovo la cresta al di sopra dei salti (catena). Da qui ancora seguirla fino a raggiungere dopo varie cimette (pali di legno) il Becco dell'Aquila (bruttissima croce , nessun cartello).
Da detta punta parte verso sud una cresta. Volendo si può proseguire per cresta fino ad un’altra punta quotata 2840 anch'essa caratterizzata da una croce. Occorre arrampicarsi per un tratto breve ma esposto.