Dal lago Lauson al
Colle della Balma
e Rocca bianca  m 2384


Accesso
L'accesso principale alla Conca Cialancia è rappresentato
dalla lunga strada militare che parte dal Ponte sul
Germanasca a 757 metri, raggiungibile percorrendo la
Val Germanasca (dopo Trossieri uno stretto ponte sulla sx).
Un  percorso lungo oltre 20 km, asfaltati i primi 4,5 km fino a Faetto.
Terminato l’asfalto la strada può presentarsi sconnessa e pietrosa
per cui una 4x4 o un’auto alta può far comodo.

descrizione

Parcheggiata l'auto bello spiazzo di fronte al lago si prosegue sulla strada dx.
Si tralascia la deviazione verso la visibile bergeria e si prosegue quasi in piano fino ad un bivacco della Provincia che è chiamato "il formaggino" per la sua forma.
La pista prosegue in discesa verso le sottostanti bergerie dell'alpe Cialancia m1810.
La mulattiera S/202 dall'Alpe Cialancia sale in diagonale raggiungendo l'Alpe della Balma inferiore; da qui volgendo a destra per la mulattiera che si inerpica su di un costone della Rocca Bianca si può arrivare al Colle della Balma 2310m (1:50'), erbosa depressione ubicata in prossimità di un vecchio ricovero militare. In 10'  si raggiunge la sommita di Rocca Bianca.
Dal Colle della Balma si può scendere verso Prali (si incrocia la carrozzabile poco dopo la Colletta Sellar) oppure, sulla bella mulattiera militare di fine '800 (S/205) che pregue in piano verso il lago di Envie (1:00 dal colle) e la conca dei Tredici laghi.

Una bella ascensione panoramica è anche quella verso il Monte Gardetta (1976 metri): il sentiero 203 si stacca a sx dalla carrozzabile circa 600 m prima del lago Lauson, percorrendo il crestone coperto di larici alternati ad aree pascolive che divide il vallone di Riclaretto da quello di Faetto, si arriva in cima.
Il sentiero,ora S/306, prosegue verso la costa del Laz Ara che divide la Val Chisone dal Vallone di Pramollo.