Escursioni
nelle valli
Chisone e Germanasca
Cascata del Pis
Bergerie di Valloncrò
Pelvo di Massello m 2803

Partenza: Balziglia m 1370

Dislivello : m    360  alla cascata
                m    890   a Valloncrò
                m   1530  al Pelvo

Tempo     :    1h 00’
                  2h 45’   a  Valloncrò
                  4h 15’   al  Pelvo

Difficoltà  :   E (EE per il Pelvo)
   
DESCRIZIONE
Giunti a Balziglia si parcheggia oltre il ponte. Il sentiero 216-GTA parte in mezzo alle case prima del ponte e risale il vallone sulla sinistra orografica del torrente  prendendo quota più decisamente nella prima parte tra pascoli e coltivi; tocca poi alcuni casolari (Clot del Mian m 1491) e prosegue in modo più tranquillo attraversando le miande di Ciampas e Ortiaré m.1637  fino alle praterie sottostanti alla parete rocciosa delle cascate, dominate a Sud dall'imponente parete del Monte Pelvo ( 1 ora)

Proseguendo il sentiero 216, volta a dx e rimonta la balza rocciosa, ripido e tortuoso  e in seguito con un lungo traverso, dalla pendenza moderata, in circa 45 minuti di cammino si perviene alle bergerie del Lausoun m. 2000.
Circa a metà della salita il sentiero passa a financo di un masso con una antica incisione rupestre che rappresenta un alce.

Ulteriori 45 minuti di marcia in direzione del pianoro sovrastante la cascata il sentiero svolta bruscamente a sx e in leggera salita con una lunga diagonale ti porta ad attraversare un ruscello e con un tratto in forte pendenza esce sul pianoro “Fun la Pla“ m 2200. dove una traccia di sentiero porta alle Bergerie del Valloncrò (m 2150,ore 2:45,fontana) attraversando il torrente che poi precipita a valle.

La salita al Monte Pelvo di Massello m 2803 è un senza sentiero definito.
Si segue una rada traccia che dirigendosi verso SO sale costeggiando il costone erboso dietro le bergerie.
Ci si dirige sempre per tracce verso S per portarsi poi con un lungo semicerchio alla base del versante E del Monte Pelvo.
Su terreno prevalentemente ripido, detritico e franoso, seguendo qualche traccia e qualche ometto, si giunge alla base della bassa barriera rocciosa soprastante, che si supera per una breve successione di cenge giungendo così sull'altopiano dei laghi del Beth presso un laghetto, asciutto a stagione inoltrata (2606m), dominato a sud dal Bric Ghinivert.
Si sale a sinistra un ripido pendio detritico che si riduce a un franoso canalino terminando sulla cresta sud del Pelvo, a brevissima distanza dalla vetta.
Per la larga cresta di terra e pietrame si giunge così al punto culminante, dove è collocato un ometto di pietre e una cassetta metallica con libro per le firme ( ore 2 da Valloncrò).

C.A.I. sezione VAL GERMANASCA - POMARETTO (TO), via Carlo Alberto 34 - C.F.  85004390010 - P.IVA  06544390013
Design by Ercoleda - 2015