Escursioni
nelle valli
Chisone e Germanasca
Anello  “la Ruota e l’acqua”

Partenza e arrivo:
Area attrezzata di Massello
Difficoltà :    E
Dislivello: 345/520 m
Tempo    : circa 4 ore,
             (è possibile ridurre il percorso)

Il percorso tocca ben 4 mulini ad asse verticale
del vallone di Massello. Il sentiero domina a
mezza costa il vallone , con vista su tutte le
antiche borgate e sulla bellissima cascata del Pis.
   

Descrizione :
Il sentiero parte in prossimità di una bacheca nei pressi del ponte prima dell'area attrezzata di Massello (parcheggio). Da qui , con un breve tratto tra bosco e prato si giunge al primo pannello esplicativo, il sentiero piega a destra (cartello) inoltrandosi nel bosco. Deviando a sinistra sarà invece possibile visitare i ruderi del
mulino di Campo la Salza.
Dopo una breve salita si giunge ad incrociare un sentiero che prosegue in piano. Il nostro percorso prosegue a sinistra verso la
borgata CIABERSO. Attraversata la borgata si imbocca una pista forestale che dopo poche centinaia di metri raggiunge la strada asfaltata, che si segue in leggera salita fino alla borgata PORENCE .
Attraversata la borgata si imbocca un sentiero sulla destra che parte in prossimità di una casa recentemente ristrutturata. Il sentiero giunge dopo una breve salita ad un quadrivio, si segue la traccia a sinistra. Si attraversano due piccoli corsi d'acqua ed con una salita decisa si perviene ad un pannello illustrativo con l’ indicazione di imboccare il sentiero a sinistra per  raggiungere il
mulino di OCCIE.
Dal mulino il sentiero sale erto per una decina di metri e porta alla
borgata di Occie m 1412. Giunti in prossimità della prima casa si gira a destra poi subito a sinistra. Dal parcheggio della borgata si imbocca un sentiero che scende verso sinistra e ignorando i vari bivi che si incontrano si giunge alla borgata Aiasse.
Da qui si accede ad una pista forestale che sale verso destra fino a superare il primo tornante; dopo poche centinaia di metri si noterà sulla sinistra un muretto a secco, superato il quale, il sentiero (poco evidente) abbandona la pista forestale per arrampicarsi prima verso sinistra, poi con alcuni ripidi tornanti si inoltra in un boschetto di noccioli.
Da qui, seguendo la traccia principale per un lungo tratto si raggiunge un ruscello che una volta attraversato prosegue in piano e poi scende fino alla
borgata Gros Passet, dove si trova l’omonimo mulino.
Da Gros Passet si segue la strada asfaltata che in pochi minuti conduce alla
borgata Piccolo Passet.
In prossimità della prima casa sulla destra, un cartello indica il sentiero che scende e quasi subito gira a destra, arrivando ad un bel ponte in legno che valica il torrente Germanasca. Attraversatolo  il sentiero piega a sinistra e costeggiando il torrente raggiunge il
mulino di Gorjo Trounno (visitabile).
Dal mulino il sentiero costeggia il prato e si infila verso destra nel bosco. Non abbandonando mai la traccia principale si giunge dopo alcuni saliscendi al limitare di un’ampia zona prativa che si costeggiando  sul bordo di sinistra fino ad un ponte, poi verso destra, una pista forestale  conduce alla
borgata Reynaud. Dalla borgata si segue la strada asfaltata che in poche decine di minuti conduce alla partenza.


C.A.I. sezione VAL GERMANASCA - POMARETTO (TO), via Carlo Alberto 34 - C.F.  85004390010 - P.IVA  06544390013
Design by Ercoleda - 2015