Escursioni
nelle valli
Chisone e Germanasca
C.A.I. sezione VAL GERMANASCA - POMARETTO (TO), via Carlo Alberto 34 - C.F.  85004390010 - P.IVA  06544390013
Design by Ercoleda - 2015

14.06  La conca dei 13 Laghi
         da Ghigo di Prali

partenza  : Ghigo di Prali m. 1460
quota      : m. 2378
dislivello   : m. 918  - lunghezza 5800
tempo      :  3 h
difficoltà   : E



Ovviamente nei periodi di apertura è possibile sfruttare
i due tronconi della seggiovia che portano al Bric Rond
e poi scegliere uno dei  tanti itinerari che si diramano
dalla stazione di arrivo della  seggiovia.    


descrizione:
Superato il parcheggio della seggiovia dei 13 Laghi a Prali, si percorre per un tratto brevissimo la strada asfaltata che conduce a Giordani dove un ampio spazio consente il parcheggio. (coord.44 52.570, 007 02.359)

Ritornati sulla strada che avete lasciato per il parcheggio imboccate sulla sinistra la stradina sterrata (indicazione GTA-SI -13 laghi) che sale ripida descrivendo alcuni tornanti.
Si superano le Miande Rabbiere e le Auberge e si lascia a Sx il sentiero 207 per imboccare il 204, trascurare le deviazioni verso le Miandette e proseguire per i 13 Laghi.

Il tracciato originale partiva dalla stazione a valle della seggiovia e risaliva i prati fino alle Miandette ma questa area rientra nel comprensorio sciistico ed è percorsa da una pista di discesa in inverno e dalla pista di Down-hill in estate, per cui è consigliabile partire dai Giordano.

Proseguire sulla stradina che sale verso le Miande Lausarot (che non si raggiungono) fino ad incontrare sulla sinistra un sentiero che abbandona i pascoli e sale ripido nel bosco di larici inoltrandosi nel vallone dei tredici laghi. Con un lungo traverso, si giunge sotto una bastionata rocciosa dove il sentiero diventa accidentato e pietroso.
Sempre molto ripido e non bello, il tracciato si porta sotto lo sbarramento di rocce montonate che chiude a est la conca dei Tredici laghi, che si raggiunge dopo alcune svolte. Da qui, a sinistra, si costeggia il Lago la Drajo, passando accanto ad alcune casermette e al nuovo "Bivacco 13 Laghi" .  I sentiero continua per il centro della conca  per riprendere poi a salire nelle carie direzioni.
A destra invece il sentiero 228, è una bella ex mulattiera militare le collegava le caserme della conca con i vari avamposti sulla cresta che divide la Val Germanasca e la Val Pellice, e prosegue fino al Rifugio Lago Verde.