C.A.I. sezione VAL GERMANASCA - POMARETTO (TO), via Carlo Alberto 34 - C.F.  85004390010 - P.IVA  06544390013
Design by Ercoleda - 2015

Escursioni
nelle valli
Chisone e Germanasca
INDIETRO
DESCRIZIONE

Superato il ponte di Prali dopo poco sulla Dx parte la strada segnalata per la borgata Cugno. Raggiungnta la borgatina si prende lo sterrato che entrando nel bosco, percorre lunghi tratti quasi in piano alternati a svolte e conduce presso una rudimentale abbeveratoio poco prima del tornante che precede la grangia Poset.
Qui giunti, abbandonato lo sterrato e si percorre il lungo traverso quasi pianeggiante sul sentiero segnalato che conduce alla costa Galmount dove nei pressi di una fontana si incrocia lo sterrato che sale sin qui da Rodoretto nel punto in cui sorgono diverse indicazioni tra le quali quella per il monte Selletta che anticipa la Punta Vergia.
Ci si porta ora sul versante di Rodoretto scendendo lo sterrato che percorre l’incantevole bosco dove gli abeti bianchi convivono con i larici e dove è possibile seguire lo sterrato oppure praticare varie scorciatoie che abbreviano il percorso. Così continuando si raggiunge al fondo il ponte sul torrente e traversando si incrocia la strada che conduce alla borgata Ciai di Rodoretto m 1430, antico capoluogo, oggi frazione di Prali.
1 ora e 45 minuti c.ca dalla borgata Cugno di Prali.
Dalla piazzetta della borgata, si segue la strada fino alla successiva borgata, i Bounus, dove termina.
Si prosegue sul sentiero che sale a raggiungere la borgata Serrevecchio. Si attraversa la borgata e si prosegue  con un primo tratto in piano e poi  una ripida salita si raggiunge il Colle di Serrevecchio m 1708. Discesa sul versante opposto lungo il sentiero che entra ben presto nel bosco e porta al Colletto delle Fontane m 1573.
Il colle è servito dalla sterrata Fontane-Didiero che lo scavalca. Possiamo seguire la sterrata o più brevemente il sentiero segnato che la attraversa in più punti.
Al termine della discesa si attraversa il ponte e si entra nella borgata di Didiero
(posto tappa GTA). Proseguendo sulla strada dopo circa 650 m una deviazione segnalata ci consente di abbandonare la strada per un sentiero che corre parallelo poco più in basso e riprende la strada a Campo La Salza dopo circa 1 km.
Ora possiamo proseguire sulla strada fino alla Foresteria di Massello, oppure 100 m dopo il nostro rientro sulla strada sulla sinistra parte un sentiero segnalato che corre parallelo alla strada provinciale fino ad un ponte che attraversa il torrente proprio in corrispondenza della Foresteria.

La
foresteria di Massello è un bell'alberghetto con un buon ristorante ed èanche posto tappa GTA
http://www.foresteriamassello.com   Tel. +39 0121 808678
Nota: gli ospiti possono usufruire gratuitamente del passaggio auto dalla Foresteria a Balziglia utile per accorciare la tappa successiva piuttosto lunga (per richiederlo cell. 366 8183564)

Oppure proseguire per 3 Km fino al Posto Tappa GTA di Balsiglia- incustodito, sopra il museo del "Glorioso Rimpatrio". Posti letto 16,  stufa a legna, doccia, uso cucina.
Chiavi ed informazioni presso la Signora Tron Edda tel. 349 181 3364.    
  19.4 Sentiero ITALIA - tappa 25  
         Da Prali a  Massello

Tappa di media lunghezza con due importanti saliscendi che percorre
a ritroso il percorso del “GLORIOSO RIMPATRIO” valdese.
" Nell' agosto 1689 circa mille uomini si incamminarono dalla sponda
sud del lago di Ginevra per raggiungere le valli native piemontesi,
da cui erano stati cacciati nel 1687.
Una marcia per ritornare alle case, alle montagne ed ai campi che
avevano forzatamente abbandonato.

Dislivello m :  +700  / -1000
Sviluppo  m :  13000
Tempo       :   4
Difficoltà     :  E