Percorsi Nazionali
GTA- SI
C.A.I. sezione VAL GERMANASCA - POMARETTO (TO), via Carlo Alberto 34 - C.F.  85004390010 - P.IVA  06544390013
Design by Ercoleda - 2015

Escursioni
nelle valli
Chisone e Germanasca
Le tappe della GTA e SENTIERO ITALIA   in Val Chisone e Val Germanasca

TAPPA  - dal Rifugio D. Arlaud (Val di Susa) a Usseaux (Val Chisone)

Dislivello: salita 837 m, discesa 1.113 m
Tempo di percorrenza: 6h
Descrizione:
Dal rifugio Arlaud si imbocca la strada sterrata che conduce attraverso prati e radi pini
alla Testa dell’Assietta. La mulattiera ampia e agevole percorre un tratto pressoché
pianeggiante sino al Colle dell’Assietta, dal quale comincia a scendere in Val Chisone
passando dalla bergeria omonima e successivamente alla bergeria Cerogne.
Da qui si scende a Balboutet e si prosegue agevolmente su strada sino ad Usseaux.


Tappa - da Usseaux (Val Chisone) a Balsiglia (Val Germanasca)

Attenzione: il posto tappa di Usseaux il Pitz Rei ha cessato l'attività.
Vedere :
Albergo diffuso  -Via della Chiesa 5 - 10060 Usseaux
Tel. 0121 83073 -  349 370 1711   www.laplacette.it  : info@laplacette.it

Bed&Breakfast La Maison
Via Gran Serin 1 - Frazione Balboutet - 10060 Usseaux (Val Chisone)
Tel. 0121.396557 - Cellulare 340.0741419

Dislivello: salita 1360 m, discesa 1450 m
Tempo di percorrenza: 7h30’
Descrizione:
Da Usseaux scendere verso la strada che risale la Valle, seguirla a dx per poche decine di metri ed inboccare la strada che conduce al Laux (m1360), sul versante opposto della valle.
Dalla piazzetta della frazione (parcheggio) si prende la sterrata (S/314-GTA) (transito vietato alle auto) che tra lariceti porta alla radura della Bergeria del Laux m 1719 (ore1:30).
Superato il pianoro la pista si riduce a sentiero e sale fino a quota 1950 dove si biforca:
a dx il sentiero 314 a sx il 313, entrambi portano al Colle dell’Albergian.
La GTA segue il sentiero 314 che dopo una ripida salita, un lungo tratto in cui sale moderatamente ed ancora in salita raggiunge il Colle a m 2708 (ore 4:30).
( il sentiero 313 fa un giro più ampio portandosi prima alla Bergeria del Pra del Fondo, dove il sentiero a sx scende a Fenestrelle e a dx passando dalla bergeria dell'Albergian, le caserme ed i laghi
raggiunge anch'esso il Colle. Questa deviazione è molto interessante perchè consente di ammirare i
bellissimi laghetti ed i baraccamenti militari).
Si scende quindi nel vallone di Massello, sul sentiero 218, incontrando i baraccamenti di Mouremout m 2544 (sorgente vicina) e successivamente a quota 2336 il sentiero 216 che proviene dal Colle del Pis. La discesa prosegue su questo tracciato lasciando sulla destra inizialmente il sentiero 217 del Colle dell’Arcano.

Proseguendo per ampi pascoli si arriva a Fun la Pla di fronte alla Bergeria di Valloncrô (fontana) raggiungibile con una deviazione di poche decine di minuti.
Ritornati sul sentiero principale si attraversa in piano le pendici della Fea Nera, ricche di acque, fino alla sella su cui è adagiata la Bergeria del Lauson m.2000 (fontana sotto l'alpeggio).
Il sentiero ritorna verso la balza rocciosa della suggestiva
cascata del Pis che precipita da una balconata alta circa 220 m. e con una lunga serie di piccoli tornanti raggiunge il pianoro sottostante "Cro la Balmo" (2:15 ore dal colle) per poi continuare in lieve pendenza tra pascoli e baite in rovina fino a Balsiglia m 1370 (ore 3:00 dal colle).

-Posto Tappa GTA a Balsiglia
incustodito, sopra il museo del "Glorioso Rimpatrio". Posti letto 16,  stufa a legna, doccia, uso cucina.
Chiavi ed informazioni presso la Signora Tron Edda tel.
349 181 3364.

Posti Tappa successivi:
Nota: visto che la tappa non è indifferente contattando i gestori potete concordare il trasferimento da Balsiglia alla loro struttura.

-Foresteria di Massello in Località Mulino a Massello.
Sempre aperto. Alberghetto 3 stelle in stile montano con ottimo standard di qualità, sistemazione in camere con servizi privati o
camerate  per gruppi di escursionisti a prezzi convenzionati (per prezzi ed info
+39 0121 808678 o www.foresteriadimassello.it).
Cucina molto curata con piatti tipici della cultura alpina. Un po' più caro ma ne vale la pena.

-Agriturismo "La Miando" in B.ta Didiero di Salza.
Sempre aperto, 10 posti letto, ristoro presso l'agriturismo. Tel. 0121 801018 - 339 276 3215.


TAPPA - da Balsiglia a Ghigo di Prali

Dislivello: salita 990 m, discesa 910 m
Tempo di percorrenza: 6h45’
Descrizione:
Da Balsiglia, si segue la strada fino al piccolo Passet dove si scende per il sentiero a destra che segue il torrente fino al ponte per la Foresteria di Massello dove si può scegliere di proseguire per il sentiero per il Posto Tappa di Salza (30 min.) oppure di attraversare il ponte e subito trovare il Posto Tappa della Foresteria e la strada asfaltata che percorre la valle.
Il sentiero per Salza incontra la strada dopo circa 500 mt. in prossimità di Campo la Salza.
Entrando nella borgata il sentiero scende alle case Saret e poi corre lungo il torrente e ritorna sulla strada poco prima di Didiero.
Superato il borgo, sulla sinistra un sentiero (che taglia più volte la sterrata con la stessa destinazione) guadagna il Colletto delle Fontane da cui parte il sentiero per il Colle di Serrevecchio. Da qui si scende nel vallone di Rodoretto incontrando numerose borgate. Attraversato la borgata Ciai si risale a mezzacosta sul versante opposto giungendo a Galmount. In discesa dapprima su sentiero e poi su sterrata si raggiunge il grosso centro turistico di Ghigo.

NOTE: L'unica pubblicazione esistente sulla GTA "GTA-grande Traversata delle Alpi-Provincia di Torino" riporta per il tratto Didiero> Gros Passet (segue il senso inverso rispetto a quanto qui riportato) il seguente percorso:
Da Didiero seguire la strada provinciale asfaltata fino alla Foresteria di Massello, prendere a destra la strada sempre asfaltata per Ciaberso e poi Porrence. Prendere la mulattiera che scende tra i  campi  terrazzati fino a Roberso per poi, attraversato un rio, risalire ad Aiasse e proseguire per un 150 metri sulla strada che scende a Gran Didier, ma alla prima curva abbandonarla per seguire a destra il sentiero che porta a Roccias. Da qui la strada asfaltata porta in discesa poco oltre Piccolo Passet.

La variante, ancora segnalata sulla pubblicazione GTA, che passando per Balma sale al Colletto della Fontana e poi scende a Prali, è attualmente inesistente sia come sentiero che come segnaletica. Se sarà ripristinata lo segnaleremo.

Posto tappa GTA a Ghigo di Prali
- Albergo delle Alpi .
Posti letto 10, doccia, ristoro presso l'hotel. Negozi vari in paese. Info e prezzi   www.hoteldellealpi.it  - tel. +39 0121 807 537
Volendo anche camere in hotel con servizi privati.

TAPPA - da Ghigo di Prali a Villanova (Val Pellice)
Dislivello: ca.1.070 m in salita- ca. 1.300 m in discesa
Tempo di percorrenza: 6:45 ore

Descrizione: dall'abitato, si segue la strada asfaltata che porta alla seggiovia.
Il tracciato originale partiva a fianco dalla stazione a valle della seggiovia e risaliva i prati fino alle Miandette ma questa area rientra nel comprensorio sciistico ed è percorsa da una pista di discesa in inverno e dalla pista di Down-hill in estate, per cui è consigliabile partire dai Giordano.
Superato il piazzale della seggiovia si giunge in breve a un incrocio nei pressi della Borgata Giordano, dove termina la strada asfaltata e inizia la sterrata (indicazione GTA-SI -13 laghi) che sale ripida descrivendo alcuni tornanti.
In questo tratto iniziale la pendenza si fa sentire in maniera discreta. Si passa nelle borgate di La Rabiera e l'Albergia e 200 m dopo la borgata il sentiero si divide:

a)  a destra il sentiero 207 che sale verso il colle Giulian (questo è il tracciato descritto dai libri sulla GTA). Si ignora il bivio indicato sotto e si prosegue per le case Selle sempre sulla sterrata, raggiunto il ponte del Rio lasciamo la sterrata che prosegue per il vallone delle miniere e continuiamo a destra sul sentiero 207 fino al colle.

Consigliamo però il tracciato:
b) a sinistra il sentiero 204
che porta alla bellissima conca dei 13 laghi (questo itinerario è riportato come GTA dalle cartine più recenti).
Si trascurano le deviazioni verso le Miandette e si prosegue sulla stradina che sale verso le Miande Lausarot (che non si raggiungono) fino ad incontrare sulla sinistra un sentiero che abbandona i pascoli e sale ripido nel bosco di larici inoltrandosi nel vallone dei tredici laghi. Con un lungo traverso, si giunge sotto una bastionata rocciosa dove il sentiero diventa accidentato e pietroso.
Sempre molto ripido e non bello, il tracciato si porta sotto lo sbarramento di rocce montonate che chiude a est la conca dei Tredici laghi, che si raggiunge dopo alcune svolte.
Da qui, a sinistra, si  costeggia il Lago la Drajo, passando accanto ad alcune casermette e al nuovo "Bivacco 13 Laghi" .
Qui giunti gli itinerari sono molteplici, ma basta seguire la segnaletica.
Seguendo il sentiero a destra S/228  si supera l'emissario del lago La Drajo, e ci si immette nella una bella mulattiera militare le collegava le caserme della conca con i vari avamposti sulla cresta che divide la Val Germanasca e la Val Pellice, e termina al Rifugio Lago Verde sul confine francese.
La mulattiera militare taglia la costa Belvedere scavata nella roccia (notare i buchi di mina per far saltare il passaggio in caso di necessità) e raggiunge il colle Giulian in 1 ora 30.
Dal colle si scende a destra (GTA-125) verso le visibili bergerie Giulian 2105 m. Da qui si segue la pista di servizio della bergeria S/122-GTA che raggiunge Le baite Randulire (m1732) e prosegue fino al borgo di Villanova (m 1248). E' possibile seguire il sentiero 222 che in più punti taglia la pista ed abbrevia il percorso.
Se anzichè salire ai 13 laghi a piedi optate per la seggiovia avrete il tempo per fare il giro della conca dei 13 laghi prima di portarvi al colle Giulian.
Sarebbe un vero peccato trascurare il posto più bello della Val Germanasca!

                                                                 Variante che richiede un giorno in più
TAPPA- da Ghigo di Prali al Rifugio Lago Verde

Dislivello: salita 1.145 m, discesa 25 m
Tempo di percorrenza: 4h
Descrizione:
Da Ghigo di Prali si raggiunge la borgata Giordano dove a dx parte il sentiero 208-GTA che raggiunge la bergeria di Bou dâ Col m 1745 (raggiungibile anche in auto).
Imboccata la pista forestale dopo 100 mt. si trova a sx il sentiero 208 che porta al Rifugio e al Col D'Abries .
Si sale ripidi tra larici e rododendri, supera una strettoia scavata nello roccia denominata l’ Eitrangoulou e giunge successivamente al pianoro di Freiboujo m 2136  (fontana)
con i resti di casermette militari.
Riprendendo la salita e lasciando sulla sinistra il sentiero 230, che sale al colletto della Gran Guglia per poi scendere anch'esso al rifugio, raggiunge la località Fontanone
dove un bivio attraversa il torrente e scende anch'esso a Giodano.
Continuiamo diritti e raggiungiamo i prati del Founzét. Da qui si prosegue a sinistra e si arriva al Rifugio Lago Verde, sito nei pressi del lago omonimo.

Posto Tappa GTA
- Rifugio Lago verde m. 2583.  
Apertura da metà giugno a metà settembre. Altri periodi bivacco invernale aperto.
 Posti letto 48, riscaldamento, docce e servizi, camere da 4 a 6 letti, sala pranzo.
 Info e prezzi
www.rifugiolagoverde.it - Tel. +39 0121 806124 - 333 193 2523.  

TAPPA - dal Rifugio Lago Verde (Val germanasca) a Villanova (Val Pellice)

Dislivello: salita 475 m, discesa 1835 m
Tempo di percorrenza: 6h45
Da dietro il Rifugio Lago Verde si sale su sentiero malagevole al Colletto della Gran Guglia (sentiero 228-GTA). Raggiunto il colletto si segue la bella mulattiera militare che si abbassa con ampi tornanti si perviene al colle di Viafiorcia nei piani di San Giacomo m 2562 dove si lascia a sx il sentiero 230 che riporta a Bou da Col e si prosegue diritto per Col Giulian. Quindi la mulattiera si abbassa per poi risalire ai Passi di Brard m2450 e Dar Loup m 2546 e poi raggiungere quasi in piano il Colle Giulian m 2457. Sul Colle un sentiero a sx porta alla Conca dei 13 Laghi e a Prali, a destra (GTA-125) scende verso le visibili bergerie Giulian 2105 m. Da qui si segue la pista di servizio della bergeria S/122-GTA che raggiunge il borgo di Villanova.

Posto Tappa GTA
- Trattoria Villanova.  
Apertura da maggio a ottobre.
 Posti letto 20, docce e servizi, ristoro presso la trattoria. Info e prezzi  Tel.
+39 0121 933 337  - 347 919 2788.